Di che colore è la neve? Bianco? Il fotografo Wilson Bentley verso la fine dell’Ottocento ebbe il merito di diffondere diversi scatti sulla bellezza e sull’originalità delle forme della neve, nelle oltre 5,000 fotografie da lui scattate non è stato possibile trovare due fiocchi di neve perfettamente identici.

La neve è costituita da una struttura reticolare di cristalli avente varie forme e misure, che le conferiscono una capacità riflettente molto elevata; le condizioni climatiche, la temperatura dell’aria e l’umidità, incidono in primis sulla dinamica di formazione dei fiocchi che mostrano varie strutture: a stella, a piastra, a prisma o ad ago.

Bianco Neve

La luce che colpisce la neve viene riflessa quasi totalmente in varie direzioni e in tutte le sue lunghezze d’onda, dando al nostro occhio la percezione che essa sia bianca e luminosa.

Fu Newton il primo a spiegare che la luce bianca è una combinazione di più colori percepiti contemporaneamente dall’occhio umano, il colore bianco, perciò, dipende dalla struttura momentanea della neve che si forma attorno agli 0° e ai +2°, e che svanisce appena si scioglie diventando acqua trasparente. La neve poi se gela si tramuta in fogli trasparenti di ghiaccio, o se si accumula in strutture più massicce tendenti al colore azzurro come gli iceberg.

Se l’acqua è trasparente come mai la neve è invece bianca? In effetti il colore bianco della neve non è una proprietà della neve stessa, ma piuttosto della sua struttura. Il fiocco di neve ha una struttura basilare stellata a 6 punte che può tuttavia presentarsi in infinite forme; la struttura cristallina che caratterizza la neve ha dimensioni decisamente maggiori della lunghezza d’onda della luce visibile, che sta tra i 0.4 micron del violetto e i circa 0.8 micron dell’infrarosso.

Pertanto la luce solare visibile, che al nostro occhio appare bianca in quanto sommatoria di tutti i colori, viene quasi completamente riflessa dalla neve ( circa il 95-97% ); Ai nostri occhi arrivano così tutti i colori di partenza, e di conseguenza percepiamo il colore bianco che ne è la somma. Inoltre, poiché quasi tutta la luce che entra viene restituita, il manto nevoso appare spesso abbagliante. Se il manto nevoso inizia a sciogliersi ( fondersi ), la struttura cristallina perderà coerenza e la luce verrà assorbita con maggiore facilità, sicché si passerà progressivamente dal colore bianco della neve al trasparente dell’acqua.

Bianco neve, ghiaccio, panna, qualsiasi sia il bianco che vuoi rivolgiti a Vesticolor!