Skip to Content

Blog Archives

Oro, argento, metalli, lurex e glitter, la moda è scintillante

Logo Vesticolor

Shining glitter – mania. E’ arrivato il tempo di brillare con capi realizzati in tessuti laminati, broccati e paillettati, abbinati ad accessori cosparsi di glitter. Per ogni materiale plastico che vuoi accendere di colore o effetti Vesticolor® è al tuo fianco!

Glitter e oroIl lamé o lurex fa sentire preziose le persone che lo indossano. E’ una moda che ha furoreggiato negli Anni Sessanta, con lo stile futuristico di Courrège, Paco Rabanne e Pierre Cardin.  Il tessuto laminato, declinato nei classici oro o argento, o metallo nei nuovi piombo, bronzo e rame, ormai è un classico non solo relegato alle occasioni serali o al dress code dell’abitino da cocktail. Si trova in tanti abiti ed accessori per tutti i giorni. Tanti stilisti in questa stagione non hanno resistito al fascino del lamè, più o meno scintillante secondo la presenza di alluminio nell’anima del filato. Missoni, pioniere nell’uso del laminato. Era il 1966 e i fondatori del made in Italy cominciavano a conquistare il mondo. L’abito simbolo della maison di quel periodo è rappresentato infatti da una tuta in lurex (nome commerciale di una fibra sintetica impiegata per ottenere tessuti di una brillantezza metallica).

Ma torniamo ad oggi. Mentre il glitter illumina borse e zainetti (Furla, Badura, Federica Berardelli, Poshead), calzature, occhiali, sandali, decolletee (Miu Miu) e Mary Jane. Il lurex celebra il ritorno agli anni Novanta. Con il laminato gli stilisti hanno presentato capi allegri e variopinti utilizzando tessuti con fiori ricamati o anche solo applicati o ricoperti di paillettes tornate dagli anni Ottanta, laminati argento e oro, questo ultimo in ascesa. Bagliori preziosi anche da Domenico Dolce e Stefano Gabbana, tra i primi a sperimentare i broccati bizantini sugli abiti. Da Mango, nero, lurex, pelliccia e paillettes secondo tendenza e l’occasione, seguendo i codici stilistici che contraddistinguono una stagione di festa. E anche nelle catene low cost Zara, H&M, Tally Weijl. Per chi non riesce ad osare può cominciare dalla cover dello smartphone (Puro).

Glitter

Sparkling! Continueremo a brillare. Oro, glitter, materiali dai riflessi metallici, laminati e applicazioni di cristalli su accessori ci faranno risplendere, catturando prima e riflettendo poi ogni singolo raggio di luce. By Vesticolor®

 

0 Continue Reading →

Colori Moda Primavera Estate 2017: acidi e fluorescenti

Come anticipato da Vogue i colori di questa primavera/estate saranno molto accesi.

Fluorescenti, acidi e luminosi come luci neon, sono questi i colori da indossare adesso. I look visti in passerella alle sfilate Primavera Estate 2017 potranno illuminare ogni vostro passo, meglio se al buio!

Chanel con una stampa laser sui toni del rosa e dell’azzurro sui trench e sulle giacche a doppio petto abbottonati di plexi e d’argento, da indossare con accessori di perle e cristalli iridescenti. Da Alexander Wang l’active-wear è in nylon tinto di evidenziatore e bordato in pizzo nero. Le felpe di jersey sono rosa fluo o lime.

Per Barbara Bui il color pesca è elettrico in tutte le sue sfumature nei costumi di jersey.

Jason Wu accende la black light su top e lunghi abiti da sera ricamati con fiori e foglie di tessuto, il giardino incantato è divenuto psichedelico per l’occasione.

 

 

ColorI FLUO VesticolorColori FLUO Vesticolor UVA

 

 

 

Come si possono replicare questi colori sui materiali plastici? Con gli innumerevoli effetti che Vesticolor® ti può offrire!

Fluo, fotoluminescenti, cangianti ed interferenti!

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Continue Reading →

Bianco come la neve

Di che colore è la neve? Bianco? Il fotografo Wilson Bentley verso la fine dell’Ottocento ebbe il merito di diffondere diversi scatti sulla bellezza e sull’originalità delle forme della neve, nelle oltre 5,000 fotografie da lui scattate non è stato possibile trovare due fiocchi di neve perfettamente identici.

La neve è costituita da una struttura reticolare di cristalli avente varie forme e misure, che le conferiscono una capacità riflettente molto elevata; le condizioni climatiche, la temperatura dell’aria e l’umidità, incidono in primis sulla dinamica di formazione dei fiocchi che mostrano varie strutture: a stella, a piastra, a prisma o ad ago.

Bianco Neve

La luce che colpisce la neve viene riflessa quasi totalmente in varie direzioni e in tutte le sue lunghezze d’onda, dando al nostro occhio la percezione che essa sia bianca e luminosa.

Fu Newton il primo a spiegare che la luce bianca è una combinazione di più colori percepiti contemporaneamente dall’occhio umano, il colore bianco, perciò, dipende dalla struttura momentanea della neve che si forma attorno agli 0° e ai +2°, e che svanisce appena si scioglie diventando acqua trasparente. La neve poi se gela si tramuta in fogli trasparenti di ghiaccio, o se si accumula in strutture più massicce tendenti al colore azzurro come gli iceberg.

Se l’acqua è trasparente come mai la neve è invece bianca? In effetti il colore bianco della neve non è una proprietà della neve stessa, ma piuttosto della sua struttura. Il fiocco di neve ha una struttura basilare stellata a 6 punte che può tuttavia presentarsi in infinite forme; la struttura cristallina che caratterizza la neve ha dimensioni decisamente maggiori della lunghezza d’onda della luce visibile, che sta tra i 0.4 micron del violetto e i circa 0.8 micron dell’infrarosso.

Pertanto la luce solare visibile, che al nostro occhio appare bianca in quanto sommatoria di tutti i colori, viene quasi completamente riflessa dalla neve ( circa il 95-97% ); Ai nostri occhi arrivano così tutti i colori di partenza, e di conseguenza percepiamo il colore bianco che ne è la somma. Inoltre, poiché quasi tutta la luce che entra viene restituita, il manto nevoso appare spesso abbagliante. Se il manto nevoso inizia a sciogliersi ( fondersi ), la struttura cristallina perderà coerenza e la luce verrà assorbita con maggiore facilità, sicché si passerà progressivamente dal colore bianco della neve al trasparente dell’acqua.

Bianco neve, ghiaccio, panna, qualsiasi sia il bianco che vuoi rivolgiti a Vesticolor!

0 Continue Reading →

Cos’è il Black Friday?

BlackIl venerdì nero o meglio il Black Friday è l’ennesima consuetudine importata dagli USA dove, il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, i negozi offrono super sconti per lo shopping di Natale.

All’epoca i registri contabili dei negozianti si compilavano a penna, usando inchiostro rosso per i conti in perdita e quello nero per i conti in attivo. Nel venerdì dopo il ringraziamento, grazie a queste promozioni, i conti finivano decisamente in nero.

Un’altra teoria. Secondo un’altra tesi, l’origine del nome è meno poetica. Il “nero” sarebbe causato dal traffico sulle strade e dalla congestione nei negozi, provocata da migliaia di americani attirati da sconti – validi soltanto quel giorno – anche dell’80 per cento.

Il Black Friday è visto da diversi analisti finanziari come un indicatore statistico della propensione ai consumi e alla spesa negli Stati Uniti. È l’inizio ufficiale dello shopping natalizio e può essere utilizzato come parametro per stimare l’andamento di tutta la stagione natalizia.

Si tratta di un giorno, per quanto non festivo, particolarmente importante sotto l’aspetto commerciale poiché costituisce un valido indicatore sia sulla predisposizione agli acquisti, sia indirettamente sulla capacità di spesa dei consumatori statunitensi, tanto da essere attentamente osservato e atteso dagli analisti finanziari e dagli ambienti borsistici statunitensi ed internazionali.

Le grandi catene sono solite offrire in questa occasione notevoli ed eccezionali promozioni al fine di incrementare le proprie vendite: per questo motivo tra le persone che fanno shopping in occasione del Black Friday una buona parte trascorre la notte fuori dal negozio in cui vuole fare acquisti il giorno successivo aspettando l’apertura delle porte. Nel 2013 negli Stati Uniti sono stati spesi 57,4 miliardi di dollari in un solo giorno da più di ottanta milioni di persone: per offrire un paragone è come se l’intera popolazione della Germania fosse andata a fare shopping nello stesso giorno.

Il Black Friday è solitamente seguito dal Cyber Monday, il primo lunedì successivo, caratterizzato da grandi sconti relativi a prodotti di elettronica: in sostanza rappresenta la risposta dell’e-commerce al venerdì nero ed è caratterizzato da una massiccia offerta di ribassi esclusivamente online.

Il nero si sa è un must e noi di Vesticolor ne abbiamo uno che ti stupisce! Prova la nostra colorazione in piano black. Un nero profondo come i tasti del pianoforte.

0 Continue Reading →

Colour trend spring 2017

PantoneImage credit: Instagram/pantone

 

Pantone ha rilasciato la lista dei 10 colori trend per la primavera 2017.

I toni per questa primavera sono decisamente tenui, smorzati, terrosi come Kale e nocciola aggiungendo poi un tocco di colori primari come il Lapis blu e giallo primula.

Le loro previsioni negli anni si sono rivelate sempre molto accurate.Tutto, dalle tendenze della moda al design degli interni, è influenzato dalle previsioni di Pantone: ad esempio, uno dei loro colori dell’anno per il 2016, quarzo rosa, è stato visto in tutto il mondo, dai mobili agli accessori e gli edifici.

Nell’universo della colorazione noi di Vesticolor possiamo ricreare il colore che più ti piace e di tendenza!

L’intera lista qui sotto (da Vogue):

0 Continue Reading →

Il blu è il colore più usato sul web

Su che sito avete impostato l’homepage del vostro browser?  Qualsiasi sia il sito e chiunque voi siate, c’è del blu.

Il graphic designer Paul Hebert  se ne è reso conto subito estrapolando i codici dei colori dalla top ten mondiale dei siti web, che includono i noti affezionati al blu: Google, Facebook e Twitter. Le sfumature di blu e turchese superano gli altri colori di due volte.
Non si tratta soltanto del colore blu di default #0000EE (lhyperlink, per intenderci), individuabile in quasi tutti i siti. Si tratta di una vera e propria cascata di blu che partono dal blu cielo e saturano fino quasi al nero.

In Vesticolor siamo esperti nella colorazione del tuo materiale, partendo dall’azzurro pastello ed arrivando al blu navy.

Blu VesticolorWired ha nominato il blu come «il colore più popolare di internet» a conferma di una vecchia osservazione che circola nel mondo del web design. Il blu è il colore di Facebook, Reddit, Twitter, Tumblr, LinkedIn, Microsoft, WordPress, Pandora, del sito della Casa Bianca.

Mark Zuckerberg ha detto di aver scelto il blu per Facebook perché ha un daltonismo con insensibilità al rosso e al verde. Google ha raccontato che il blu era il colore che funzionava meglio. La ragione fondamentale potrebbe essere che il web design, come l’arte, imita la vita, e nella vita reale preferiamo il blu.

Ripetuti sondaggi a livello globale hanno scoperto che il blu è il colore che più spesso sia uomini che donne preferiscono, indipendentemente dal loro paese. Associamo il blu a un senso di fiducia e affidabilità, il che potrebbe spiegare perché il blu è una presenza fissa in molti dei tasti “log-in” e “acquista” dei siti su internet.

Indipendentemente da quali siano le spiegazioni esatte, il blu è ormai così diffuso da essere probabilmente diventato difficile da respingere. Anche i “nuovi” colori di moda su internet tendono a essere versioni e sfumature di blu. Noi possiamo ricreare il blu che preferisci o puoi venire a sceglierle tra gli innumerevoli colori già formulati in Vesticolor!

0 Continue Reading →

È possibile vedere colori che non esistono

Colori impossibili

Gli occhi non percepiscono la luce come effettivamente è: i coni all’interno della retina rispondono a vari stimoli i quali, combinati, permettono di distinguere vari colori. Alcuni di essi, però, sono chiamati “colori impossibili” poiché dati da ombre visibili solo in determinate condizioni di luce. Queste colorazioni sono una via di mezzo tra il blu e il giallo e una gradazione a metà tra il rosso e quest’ultimo. Ci sono anche i “colori chimerici”, che non esistono ma vengono percepiti quando gli occhi continuano a mostrare le ombre di un oggetto anche dopo aver spostato lo sguardo da esso.

Altri colori invece esistono eccome! Posate lo sguardo sulla scrivania: di che colore sono le vostre matite? Se si tratta di lapis, probabilmente gialle. Il camice dei chirurghi non potrà che essere verde, mentre il tappeto da stendere per un ingresso trionfale è rosso per antonomasia. Se ci pensate bene, siamo circondati da colori simbolici che indicano una particolare funzione: ma com’è che alcuni oggetti hanno assunto le loro, inconfondibili sfumature?

Vesticolor Colori TennisPerché è arancione?

Canestro! Le palle da basket sono arancioni dal 1957, quando l’allenatore della squadra della Butler University decise che quel colore sarebbe stato più facile da vedere sia per i giocatori, sia per il pubblico sugli spalti.

Palle piccole… e fluorescenti. Stesso discorso si può fare per le palline da tennis. Il regolamento attuale approva palline bianche o gialle, ma queste ultime sono più facili da distinguere per uno spettatore in TV. Dalla seconda metà del ‘900, con il successo della TV a colori, divennero quelle maggiormente utilizzate. Noi di Vesticolor possiamo far distinguere i tuoi prodotti applicando una colorazione FLUO ai tuoi granuli plastici!

 


Tigre Colori VesticolorMi arrendo con il bianco

Issare una bandiera bianca significa gettare le armi e sottomettersi alla clemenza dell’avversario (o comunque, venire in pace, con la disponibilità a trattare).

La consuetudine di issare teli di questo colore come segno di resa viene fatta risalire a diversi contesti: per esempio, alla Guerra civile romana del 68-69 d.C. Raccontando di questa battaglia, lo storico romano Tacito riporta che i sostenitori dell’imperatore Vitellio, assediati a Cremona dalle legioni flaviane di Marco Antonio Primo, alzarono rami d’ulivo e bende bianche in segno di sconfitta.Secondo gli storici, la scelta del bianco fu, almeno all’inizio, piuttosto obbligata: i panni colorati erano un tempo più costosi e meno diffusi, mentre quelli bianchi erano più facilmente reperibili: bastava strappare un lenzuolo e appenderlo a un bastone. Senza contare che il bianco era facilmente distinguibile dai vessilli colorati delle varie casate.

Di bianco non ne esiste solo uno, si va dal bianco ottico al panna al colore bianco latte. In Vesticolor siamo specializzati nel fare il bianco come lo vuoi tu!

0 Continue Reading →

Verde smeraldo colore moda estate 2016

Il verde promuove l’armonia e l’equilibrio, ed è conosciutoVesticolor_Diamond2 per essere il colore più rilassante e riposante per l’occhio umano.
Il verde smeraldo è una sfumatura green piuttosto brillante, una tinta misteriosa, chiamata così perché ricorda la prestigiosa pietra preziosa che cattura l’attenzione e sa distinguersi. Sta benissimo e si può coordinare a un colore sobrio (bianco, nero o nude) o giocare con tinte a contrasto, come il rosa quarzo, colore dell’anno 2016 secondo Pantone. Ad ogni modo, non c’è da stupirsi a scoprire che proprio questa cromia, l’emerald green, sia una delle più amate della calda stagione; anche per Dolce & Gabbana, che ha presentato in passerella maxi chemisier stile pigiama ma anche degli accessori imperdibili. Noi di Vesticolor lo abbiamo reinventato rivestendo il vostro graulo di pigmenti interferenti ed effetto diamantato in modo da ottenere una nuance unica!

Sono davvero tante le maison che hanno fatto ampio uso di questa sfumatura così intensa, con la quale hanno colorato abiti e accessori di ogni genere. La resa maggiore è quella dal finish lucido e metal, come nel caso degli splendidi tailleur jacquard di Gucci.

 

 

 


A chi sta beneVesticolor_Diamond1
«Il verde smeraldo è una tinta fredda dal sottotono blu e dall’aspetto particolarmente luminoso che comunica l’idea di cambiamento e rinnovamento» spiega Rossella Migliaccio, consulente d’immagine ed esperta di colore. Dona in particolare a chi ha la carnagione dorata o olivastra»

Accessori
Una borsa o un paio di occhiali verde smeraldo sono perfetti per accendere il nero, il blu e soprattutto il bianco. L’idea di accostare un tocco di verde smeraldo al bianco piace. I dettagli giusti da scegliere sono la pochette, i sandali, la stola e naturalmente, gioielli e bijoux.

Abbinamenti
Il verde smeraldo, quello più alla moda, è una tonalità fredda, quindi risulta più dinamico se abbinato con altri colori freddi. I verdi coi blu, infatti, riflettono combinazioni di colori presenti in natura, e si combinano magnificamente.

 

 

 


Puoi fare l’abbinamento giusto scegliendo tra i colori per occhialeria della collezione Diamond di Vesticolor!

Vesticolor_Diamond4

0 Continue Reading →

Due colori esclusivi, due artisti unici

Ci sono le cinquanta sfumature di nero, c’è chi vede tutti i colori o bianco o nero, chi si veste sempre e solo di nero (perché va con tutto e non si sporca) e chi si fida solo delle cose scritte nero su bianco…il nero insomma, che sia il colore vero e proprio o solo un concetto, è una tinta di certo molto presente nella realtà dei nostri giorni. Eppure non è stato sempre così, come sottolinea lo storico Michel Pastoureau nel Michel pastoureau-nero storia di un colore-copertina del volumesuo Nero. Storia di un Colore: “come il bianco, suo compare, al quale non è del resto sempre stato associato, il nero aveva progressivamente perso il suo statuto di colore tra la fine del medioevo e il XVII secolo”.


 

VesticolorSicuramente avete sentito parlare del VANTABLACK e della polemica sorta quando l’artista Anish Kapoor ne ha acquisito i diritti di utilizzo. Il VANTABLACK è un  concetto che potrebbe confondere chi ha sempre distinto il mondo in bianco o nero associando a quest’ultimo caratteristiche finite, e ora dovrà scontrarsi con un universo inatteso di sfumature che nel loro margine più oscuro possono assorbire il 99.96% della luce.
La sostanza, prodotta dalla Surrey Nano Systems è infatti così nera da scardinare lo spazio e far apparire gli oggetti piatti ed è stata sviluppata e brevettata a scopi militari con prospettive di impiego nei settori aerospaziali e della difesa. Già dal suo rilascio nel 2014, Kapoor ha cominciato a fare esperimenti con il cosiddetto “super black” dichiarandosi subito sedotto dalle sue qualità disorientanti e quasi irreali. Non essendo un vero e proprio colore ma un materiale noi di Vesticolor tentiamo di avvicinarci con il nostro colore esclusivo PIANO BLACK che per la sua profondità ricorda i tasti di un pianoforte.
Non è la prima volta che un artista acquisisce diritti su un colore. Già nel 1947 L’International Klein Blue (IKB), una tonalità di colore blu oltremare molto profondo è stata creata per l’artista francese Yves Klein. L’International Klein Blue (o IKB come è conosciuto nei circoli artistici) è stato mescolato dall’artista francese Yves Klein come parte della sua ricerca sui colori che meglio rappresentano i concetti che voleva trasmettere.

Vesticolor

Anche se Klein aveva lavorato estesamente con il blu nella sua carriera iniziale, fu soltanto dal 1957 che lo utilizzò come componente centrale delle sue opere (il colore che si trasforma efficacemente in arte). Klein ha realizzato una serie di produzioni monocromatiche usando l’IKB come tema centrale. Questi hanno incluso performance art in cui l’artista ha verniciato modelle nude che poi ha fatto camminare o rotolare su tele bianche o più spesso monocromatiche.
Il segreto del notevole impatto visivo dell’IKB deriva dal pesante utilizzo del blu oltremare, ed alla spessa applicazione della vernice che Klein realizzava sulle tele.
L’IKB è stato sviluppato da Klein e dai chimici per avere la stessa luminosità ed intensità di colore dei pigmenti asciutti, ed è stata realizzata sospendendo il pigmento asciutto in una resina sintetica.
Questa nuova tonalità è stata brevettata da Klein, ma mai prodotta da nessuno: tuttavia puoi provare a fornire a noi di Vesticolor un’opera di Klein ma potrebbe risultare un po’ complicato. Se invece vuoi esaminare la nostre colorazioni blu per materiali plastici chiedici un preventivo qui!
0 Continue Reading →

Due nuovi PANTONE per il 2016

Dopo anni di singoli colori sempre molto accesi, quest’anno la scelta è stata all’insegna degli opposti: un incontro delicato tra due nuance delicate e tenue – Azzurro Serenity e Rosa Quarzo. Nel loro delicato incontro c’è tutta la riflessione sui temi attuali dell’uguaglianza fra uomo e donna. In questo caso la componente psicologica ha la sua fondamentale importanza: per i tipi di Pantone oggi le persone hanno soprattutto bisogno di sentirsi rassicurate, e queste due colorazioni hanno un equilibrio intrinseco “un abbraccio di un rosa tiepido con la tranquillità dell’azzurro, che portano un senso di benessere, di ordine e di pace” racconta Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone® Color Institute. Una scelta azzeccatissima, che noi di VESTICOLOR abbiamo inserito nella nostra presentazione per il 2016: infatti molte aziende hanno già cominciato a inserire queste colorazioni nelle proprie collezioni, sia nel mondo della moda che in quello dell’arredamento. Lo dimostra la collezione Bicnic di Foscarini e quella del designer Charles Youssef.

299b00ca-5bf3-4169-959b-958ee11eb44e

SERENITY è senza peso e arioso come l’espansione del cielo azzurro sopra di noi, che trasmette sensazioni di respiro e relax anche in questi tempi turbolenti.

0dd7d324-c21d-43b2-a295-6447e960a4dd

ROSE QUARTZ è un colore persuasivo ma gentile che esprime compassione e compostezza.

 

1 Continue Reading →